martedì 9 dicembre 2008

Un po' di dolcezza


Da circa un mese mi è stata riscontrata l'intolleranza a vari alimenti, quali frumento, uovo (è un dramma dover rinunciare alla maionese!), olio d'oliva, latticini, frutta secca, pomodori, patate, melanzane, pepe, peperoncino, fragole... e chi più ne ha più ne metta!
Diciamo che, nonostante tutto, non è un gran sacrificio abituarsi ad assumere alimenti alternativi (basta trovare i negozi giusti). Il vero problema è la crisi d'astinenza a quelle fantastiche praline al cioccolato, alla crema spalmabile, insomma... Nessuna pasticceria si adeguerà mai a rispondere alle esigenze di noi "intolleranti"?!
Ho cercato ricette on-line, ma non ce ne sono che rispondano alle mie esigenze.
Così ho ingannato la fame e mi sono messa a modellare la mia adorata pasta sintetica, sfornando questi deliziosi pasticcini... magnetici!
Infatti, sotto ognuno ho applicato con colla epossidica una calamita, utilizzandoli come ferma-appunti.
Che dire, sono dietetici, ma forse un po' indigesti!

2 commenti:

Celidonia ha detto...

Ciao Elisa, complimenti per il tuo blog. Questi pasticcini sono strepitosi, modellati con vera maestria :o)
Per la mayonese... io uso la plamil, senza uova e 100% veg. E' molto buona! ;o)
Per i dolci, forse puoi trovare qualcosa sul sito di Pigout

Fata Bislacca ha detto...

Ma sono meravigliosi! Credevo fossero veri! Per le tue intolleranze; c'è un libro che si trova nei reparti di salutistica (in Svizzera ci sono i "reformhouse" e nei negozi eco-solidali che si intitola "la cucina etica" www.sonda.it. Io non ho intolleranze ma adoro eseguire (e pappare) le ricette proposte! Auguri con la "dieta" e con la creatività che ne scaturisce (per una creativa ogni spunto è buono!)